scrivi

Una storia di GeorgeDebilatis

BITCHIN'

Il sottosuolo e i suoi componenti

65 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 19 novembre 2019 in Storie d’amore

Tags: #in #basso #si #scava

0

Eny scarta nervosamente il regalo del suo ragazzo serbo,

un anelluccio con qualche carato e uno smeraldino in cima.

Ride.
Poi mi sogguarda dal sotto in su, mentre tira dalla slim

al mentolo e si accarezza la pelle scura del viso,
da thailandese.

"Il mio ragazzo e il mio spacciatore preferito." Mormora.
"E guarda che regali..."
Scaraventa la confezione contro il muro del bar con

un livore secco, poi finisce la sigaretta
con una sola boccata.
Veloce raccolgo l'anello e lo rimetto sul tavolo.
"Puoi sempre riciclarmelo." Dico. "Io saprei che farmene."
Lei nemmeno mi ascolta, e allora metto in tasca lo smeraldo
mentre risponde al cellulare, e si lancia in una sequela
di bestemmie e imprecazioni smozzicate.


Di certo sta parlando con Dejan.
L'ho conosciuto due settimane prima: alto con i capelli biondi

rasati sui lati, 7 orecchini e un piercing al labbro inferiore,
sempre in tuta nike e scarpe in pendant.
Un tipo tranquillo ma non loffio, la parlata lenta e metodica,
e due occhi grigi che non ti mollano mai e che, diversamente

dal resto del corpo, sbattono in continuazione
a destra e a sinistra. L'unica cosa che so è che hanno litigato
su una partita, tagliata con la formaldeide, dice lei.

Purissima (a quel che capisco) afferma Lui.


Eny mette giù il Samsung ed emette un singulto lamentoso :
"Due anni che stiamo insieme e non posso ancora fidarmi,
mi rifila pacchi e poi vorrebbe scoparmi."
Io succhio il mio martini e la guardo:
che ci stia provando con me? Giusto così, per fare uno sgarbo
al serbo? Ma la cosa mi entra nel cervello, fa un giro ed

esce subito dall'orecchio destro.
Lei è instabile, principessa e rompiballe, il suo bisogno
ossessivo di essere al centro dell'attenzione e sul pezzo
mi dà sui nervi, la sua vocazione di essere à la page e
fashionable mi esaspera.
Di certo non tromba perché ha paura di spettinarsi,
però la bamba le intasa le mucose,
e questo non la infastidisce.


è la figlia perfetta di una città come Milano:
ladra, notturna, affiorante negli eccessi e ridicola,
circuito per scambisti e pipparoli, escort e discotecari.
"Un tavolo al Nepentha, caro?"
Rido fra me e me nello stesso istante in cui Eny
mi richiede l'anello.
"Ho visto che l'hai messo via, furbone."

Lo cavo dalla tasca, e lei paga il conto.
Prima della notte sarò su un treno per Verona,
a respirare aria da un finestrino abbassato.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×