scrivi

Una storia di IBonamiciFredducci

Giovanni o Giacomo????

30 visualizzazioni

5 minuti

Pubblicato il 13 settembre 2020 in Humor

Tags: #diario #vita #pensieri #riflessioni #trip

0

Sta cosa della mia intermittente prosopagnosia è risaputa: a volte (apparentemente random) non riconosco le persone. Non riconosco le persone fuori dal loro contesto.

Mi è capitato di non riconoscere ex, amici, genitori: guardo una persona e i suoi connotati non mi dicono assolutamente nulla…

Nella sede del profondo Nord lavorano due miei superiori che verranno qui al massimo 4 volte a testa nell’arco di un anno…

Hanno nomi simili: Giacomo e Giovanni (no...Aldo non c’è)

Hanno un incarnato simile: olivastro

Hanno corporatura ed altezza simile: poco più di 170 cm di altezza e fisico piuttosto magro

Hanno pettinatura simile: capelli corti, mossi, con sfumatura alta


Se mi è capitato di non riconoscere partners, genitori o amici con cui passavo moltissimo tempo assieme come pensate che possa affrontare sta cosa????

Hanno anche voce simile...o almeno così la percepisco, perché parlando con accento milanese e non essendo quello il mio accento, alle mie orecchie risultano avere voci identiche.

Ogni volta che uno di loro viene in visita in primis scattano le paranoie!

In primis però le pare partono non perché ho paura di confondere Giacomo con Giovanni e viceversa, ma perché mi rendo conto che il rischio di non accorgermi che il tizio che mi trovo davanti è un mio superiore è davvero gigantesco!!!!!!!

-Non lo riconoscerai- fa la vocina

-E’ chiaro, cretina: non capisco mai chi è Giovanni e chi è Giacomo!-

-No no, tesoro...non capirai nemmeno che uno dei due è qui!!! Magari gli passi accanto facendo qualcosa di molto sconveniente...-

-Finiscila di divertirti alimentando le mie paure!!!!! E che cavolo dovrei mai fare di così sconveniente?-

­Partono filmati in 8K nella mia testa, mostrando ipotesi su cosa potrei fare di sconveniente: io che gestisco una bisca clandestina in sala relax, incitando colleghe e colleghi a puntare cifre più alte al mio tavolo da Black Jack; io che indosso una plugsuit in stile Evangelion, e improvviso un balletto sexy con pubblico in delirio, io che giro un film porno (sempre in sala relax, naturalmente); io che “recito” in un film porno…

Scuoto la testa per mandar via quegli stupidi filmati.

-Al limite non lo saluto perché ignoro chi sia...ma niente porno, cazzo! Che esagerazione...-

Infatti quella è la cosa che succede di default: incontro Giovanni o Giacomo lungo un corridoio e lui mi saluta al momento che gli passo accanto a 653km orari, rendendosi conto che non lo cagherò manco di striscio…

A quel punto inchiodo, lo guardo (probabilmente con la stessa espressione che avrebbe in faccia una persona che ha appena visto un alieno, o un asino parlante, o il fantasma di Amy Winehouse) ed inizio un’analisi che mi porterà poco lontano:

-Ok...chi cazzo è sto citrullo??? Sa il mio nome. Il citrullo sa come mi chiamo. Sa il mio nome quindi mi conosce… Sa il mio nome e quindi mi conosce, è qua dietro e qua dietro ci può stare solo il personale, quindi non è un tizio qualunque che si è imbucato qui… Mi conosce, può stare qui...cazzo: è uno tra Giacomo e Giovanni??? E’ uno tra Giacomo e Giovanni? Ma erano fatti così Giacomo e Giovanni? Hum...ok...dovrei risalutarlo, ponendo la massima attenzione a non pronunciare nomi in modo da non dare adito a lui di comprendere che non ho la minima idea di chi cazzo sia… Ma poi è davvero uno tra Giacomo e Giovanni? Ci sono miliardi di persone che lavorano per noi: potrebbe essere praticamente chiunque!!!-

-E’ uno tra Giacomo e Giovanni, cazzo! Ti sto dando una mano perché mi facevi pena: vedere che ti incamminavi addirittura verso l’ipotesi che non si trattasse neppure di uno tra Giacomo e Giovanni mi ha fatto provare una compassione immensa per te...-

-Ti ringrazio, vocetta...-

-U’re welcome, demente...e chiamami col mio nome!!!-

-Non posso: sto raccontando tutto in un pezzo per Intertwine, in questo momento-

-In questo momento stai parlando con me-

-In questo momento sì, ma poi ci scriverò un pezzo per Intertwine...lasciamo perdere: diventerebbe una cosa troppo complessa...-

A quel punto me ne esco con un sorriso radioso ed un “Ciao!!!!” pregno di felicità.

Lui comincia a parlarmi. Giacomo o Giovanni inizia a parlarmi, a farmi delle domande, a descrivere cose, proporre piani, prospettare scenari, costruire ipotesi, favoleggiare risultati...tutto questo mentre io lo guardo, sorrido e fingo di ascoltare con attenzione.

Non sento praticamente mai una sola parola di quello che dice, perché la paranoia è troppo gigante e l’unica cosa che ho in mente è “ma tu chi cazzo sei? Giovanni o Giacomo???????”.

Sto trip non finirà mai.

Si verifica perfino via telefono o via mail: qualche tempo fa uno dei due mi chiama e mi chiede di inviargli via mail una cosa ed io, finita la telefonata, con immensa solerzia mi accingo a soddisfare la sua richiesta, per poi trovarmi a fissare il monitor pensando -Ma chi cazzo era che mi ha chiamato? Giovanni o Giacomo???? Io la mail la devo mandare a Giovanni o a Giacomo???-

Aveva chiamato da un numero che a me appare col nome della Ditta, quindi l’unica cosa che potevo fare era tirare a sorte.

50-50

Mando la mail a Giovanni che, qualche ora dopo, mi risponde dicendo: -Ti ringrazio e metto in copia Giacomo: era lui che aveva bisogno di questa cosa-

A quel punto, probabilmente sotto la spinta di un personal (il mio turno era finito: mi trovavo già a casa) rispondo con sincerità: -Quindi non sei tu che mi hai telefonato chiedendomi sto favore??? Cavolo...scusa. Ammetto di confondervi sempre e di non aver ancora compreso chi sia Giacomo e chi sia Giovanni: per me siete identici e avete addirittura la stessa voce...ti chiedo scusa ancora-

Faccine che ridono a iosa e invio. Giovanni non mi ha mai risposto e continua a comportarsi come se nulla fosse.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×