scrivi

Una storia di Nardoness

Non mi sento rappresentato da nessuno.

Di Maio? Salvini? Renzi? Berlusconi?

302 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 28 novembre 2018 in Giornalismo

Tags: #Sinistra #Renzi #Salvini #Dimaio #Berlusconi

0

Mi sono sempre immaginato con uno sfondo rosso.

Il colore del comunismo, che mio padre ha tanto amato e continua ad amare e con cui sono cresciuto.

Il Che, la falce e il martello, Gramsci, Berlinguer, se mi guardo attorno non c’è nessuno capace di rappresentare la sinistra.

Il 4 Marzo ho votato il Movimento 5 stelle, una scelta che non rifarei mai.

Dal tentato impeachment al presidente Mattarella dopo le elezioni, proseguendo per concepire l’essere indagati come dimostrazione di colpevolezza, arrivando al capolinea più totale.

L’alleanza con la lega. Non la posso accettare e non l’accetterò mai. Un partito di ladri e pieno di razzisti, la Lega Nord che ha cambiato nome solo per marketing, ma che ovviamente vede nel Sud solo nullafacenti e camorra.

I miei genitori mi hanno cresciuto in modo diverso. Rispetto per il prossimo, solidarietà, umanità, tutte cose che si vanno pian piano perdendo, per la campagna d’odio verso il diverso, l’emarginato.

E se mi volto dall’altra parte? La sinistra che non c’è, un Renzi che è tutt’altro che la sinistra, una Boschi che mi fa rabbrividire per quanto ipocrita,

un Bersani che predica bene e razzola male.

Poi Silvio, 84 anni e ancora voglia di fare il pappone, accordi con delinquenti, un Paese messo in ridicolo di fronte al mondo, frodi fiscali.

Paese di ipocriti.

Meglio andare via.

​​​​​​​

Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×