scrivi

Una storia di Semirnasufoski

La turbolenza

66 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 07 luglio 2019 in Poesia

Tags: #psychology #thoughts #turbulence

0

E all'improvviso tutto tace intorno,

non appena la Luna nasconde il Sole e la notte governa il giorno.

Poche le finestre illuminate, fievoli luci giallastre,

l'autunno alle porte, le botti disposte sistematicamente sulle calastre.

I letti pronti ad accogliere le persone spossate dalla dura giornata di lavoro,

un lupo solitario si accinge a farsi sentire con il suo canto sonoro.

Tintinnii cadenzati dal rumore della pioggia sulle grondaie arrugginite,

pozzanghere che rispecchiano lontane figure umane indefinite.

Molte sono le stelle alte in cielo, illuminano i vicoli bui e le facciate scolorite dei palazzi intorno alla corte,

similmente fa la cultura, che permette di vedere vita oltre la morte.

Querce straziate e piegate sotto la potenza del vento,

un po' come la mia vita, il mio destino, la mia leggera essenza: questo è ciò che sento.

Qualche rumore qua e là odo, un motore, una bicicletta, un ricordo nella mia mente,

pare un sassolino vagabondo nelle scarpe, un disturbo, un dolore fisso al dente.

Odor di lavanda misto monossido di carbonio aleggiava nell'aria, in una strana ed eterogenea combinazione,

l'ideale guerra tra uomo e natura, il mio interno e costante conflitto tra realtà e tradizione.

Visioni, immagini, esperienze vissute rigano di lacrime il mio viso,

lacrime che parlano di unicità della vita, un insieme di pensieri confuso ed impreciso.

Silenzi assordanti risuonano intorno alla città spenta,

mentre un tuono in lontananza è pronto a sposarsi della mia anima con la turbolenza.


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×