scrivi

Una storia di Zayferry

Specchio riflesso

238 visualizzazioni

4 minuti

Pubblicato il 15 marzo 2020 in Moda & Design

Tags: #donne #specchio #riflesso #amarsi #corpo

0

Guardarsi allo specchio non è mai stato facile per nessuno.


Non esistono persone che non abbiano pensato almeno una volta nella vita che qualcosa non fosse perfetto guardando il proprio riflesso allo specchio.


Le donne poi, loro sì che sono le vere professioniste in questo settore, le uniche , le migliori a trovare il difetto che non c'è; l'ago nel pagliaio loro lo trovano e anche il pelo nell'uovo (che poi in questo caso anche se non sei un perfettino con la vista di falco un pelo dentro un uovo lo vedi, ma si dice così quindi lo scrivo).


Le donne, queste strane creature che se hanno i capelli lisci e setosi li vorrebbero ricci e crespi e se li hanno ondulati e morbidi vogliono averli come spaghetti ; loro che sono sempre troppo grasse o troppo magre, troppo chiare o troppo scure con la fronte troppo alta o le guance troppo paffute, le stesse che notato il proprio naso troppo grande o gli occhi troppo distanti, il mento troppo pronunciato o le ciglia troppo corte.

Noi donne che "se non avessi quei rotolini la mia vita sarebbe più semplice" noi che secondo Somatoline siamo affette da una malattia molto grave, la cellulite (OK), noi che vediamo grasso, ciccia, brufoli, pancia molle, braccia mosce , glutei a terra, ginocchia a punta , caviglie obese, polpacci da calciatori, ovunque anche quando non ci sono.


Lo specchio in questo di certo non ci aiuta, lui dovrebbe essere un giudice imparziale, quello che ti mette di fronte alla realtà dei fatti, quello a cui puoi chiedere se sei tu la più bella del reame o Belén Rodriguez, quello che ti dice se stai bene con la giacca gialla e le scarpe verdi o forse è meglio andare a cambiarti; lo specchio però è anche lo strumento che la nostra mente (diabolica) utilizza per rappresentare le nostre paure, i nostri complessi e le nostre insicurezze.


Non è colpa dello specchio se le mie maniglie dell'amore sembrano dei maniglioni antipanico o se i miei polpacci sembrano i genitori di quelli di Cristiano Ronaldo o se le mie cosce somigliano a quei cuscini a forma di rullo, sì quelli lunghi ma a cilindro belli gonfi e soffici.

Lo specchio è solo lo strumento ma è la nostra testa che comanda e che spesso e volentieri ci "regala" una realtà distorta.

La mente umana è ricca di sfaccettature e non potrà mai essere compresa al 100% d'altronde ognuno di noi ha la sua quindi è difficile creare una lettura che sia valida per tutti ma quello che è certo è che grazie al cielo non esiste solo il nostro sguardo, non esiste solo il riflesso dello specchio, esistono anche gli altri, esistono le persone che dall'esterno ci vedono, ci guardano , ci osservano e sono in grado , senza neanche volerlo, a volte, di smentire tutto e di donarci una nuova immagine di noi; chissà poi se sarà quella giusta ma in fondo chi siamo noi per dire se una cosa è giusta o sbagliata, se è bianca o nera, bella o brutta, è un mondo soggettivo quello in cui viviamo e ogni cosa va interpretata in maniera personale, quello che è bello e giusto per me non lo sarà per un'altra persona.


Il mondo è bello perché è vario e noi abbiamo la necessità di ricordare che ognuno è fatto a suo modo, che non saremo mai Bélen Rodriguez ma non perché sia una bellezza irraggiungibile ma perché noi siamo Maria, Francesca, Roberta, Giovanna e Bélen sarà sempre e solo Bélen.


Quindi ricordiamoci che anche lo specchio mente perché siamo noi stesse ad essere le prime bugiarde, apriamo gli occhi e godiamoci quello che siamo, che sia la cellulite (ricordiamo malattia gravissima quasi mortale...), il brufolo sulla fronte il giorno della foto scolastica, la pancetta , i fianchi, i piedi della Ferragni o le labbra sottili, ma apprezziamolo e non facciamocene un complesso, una malattia, un'ossessione.


Amiamoci perché se non lo facciamo noi non permetteremo agli altri di farlo, se ci nascondiamo dietro a quelli che riteniamo essere dei difetti, delle vergogne , gli altri non avranno modo di scoprire chi siamo e non potranno farci cambiare idea.


Amiamoci perché solo così stare davanti ad uno specchio non farà più paura , non metterà più angoscia, non ci farà più sentire deboli.


Amiamoci perché siamo bellissime così.



Z. Ferrara





Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×