scrivi

Una storia di IBonamiciFredducci

"Culetto"

187 visualizzazioni

6 minuti

Pubblicato il 24 maggio 2020 in Humor

Tags: #campeggio #mare #ricordi #sedere #sexy

0

Certe cose non te le scordi mai, certi particolari non te li scordi mai. Certi dettagli fisici non te li dimentichi mai: restano impressi nella tua mente per sempre e saranno lì, vividi, finché non tirerai il calzino. Certi fondoschiena restano impressi nella mente per sempre...già.

A tale proposito volevo parlare di un aneddoto di tempo fa, di quando andavo in campeggio all’Argentario assieme ad un’amica ed un amico, che riguarda una donna che è stata per 4 giorni nella piazzola vicina al nostro piccolo accampamento, (che sembrava una base della Dharma)…

Avevano una strana tenda con le entrate sui due estremi, stretta e lunga…e dentro era tutta un materasso (due king-size che formavano quasi 4 metri di letto in lunghezza)… e la cosa mi faceva impazzire, perché se ne potevano stare accucciati nei modi più strani, tutti e 4…

Perché erano lei, suo marito (un torello davvero ben piazzato) e due figli, un maschio ed una femmina entrambi sotto i 10 anni.

Lei avrà avuto sui 35-40 anni e, nonostante due gravidanze, aveva un corpo da paura!!! Di viso somigliava decisamente all’attrice che a “Lost” interpretava Libby; ma il fisico era del tutto diverso.

Non molto alta ma decisamente ben proporzionata…non un filo di pancia, seno alto e sodo anche se non abbondantissimo, fianchi perfetti, non un filo di cellulite neppure ad indagare con il microscopio… ma soprattutto…UN SEDERE DA FAVOLA!!!

Naturalmente avevamo già adocchiato la bellezza del corpo di quella donna; ma il meglio doveva ancora venire...

Una sera di Giugno, durante uno dei nostri trip di “totale isolamento” (in cui nel campeggio praticamente deserto ci dedicavamo solamente al consumo smodato di alcolici e altre sostanze, senza poter usare internet e con un vecchio laptop con sopra serie e film vintage)… ci furono una settantina di secondi che cambiarono per sempre la storia dell’Umanità; o perlomeno rimisero in discussione le nostre personali classifiche dei migliori fondoschiena mai visti!!!!

Sarà stato più o meno mezzanotte…posso usare i verbi al presente????

Saliamo in macchina: non abbiamo voglia di dormire e quindi andremo su una splendida scogliera con un personal ed una birretta a testa…Il problema è che i personal finiscono sempre per aumentare, le birrette idem…ma tanto in quella stagione non c’è un cane in giro, non ci sono controlli e anche al campeggio possiamo fare quello che cazzo ci pare, come andare e venire con la macchina direttamente in piazzola anche ad ore fuori da ogni logica.

Silenzio e buio…il cielo è un po’ nuvoloso e la luna non fa granché luce. I grilli cullano il sonno dei pochi campeggiatori; le tortore lo turbano…

Mentre le porte elettriche della macchina si chiudono, con il loro suono di avvertimento tipo “allacciatevi le cinture di sicurezza” su un aeroplano, “Culetto” esce dalla tenda: i fari della nostra strana vettura la illuminano quasi alla perfezione (non si trova proprio nel mezzo al fascio luminoso).

Fino ad allora l’avevamo chiamata Libby; ma stava per essere ribattezzata Culetto…

Esce per prendere qualcosa tra i panni stesi fuori...

Lascio perdere il joistick del cambio automatico e fisso i miei occhi su di lei, e così fanno gli altri due occupanti della vettura perché ci rendiamo immediatamente conto che quella scena è assolutamente da non perdere: la donna è a piedi nudi ed indossa una maglietta grigia, di quelle classiche che, dopo anni di “onorato servizio”, vengono usate per dormire: si vede che è molto vissuta, e pure un po’ logora…

Bene…INDOSSA SOLO QUELLA!!!

Le arriva un po’ sotto il pancino, quindi non copre per bene neppure i fianchi…

No, non ha le mutandine…

Ci volta le spalle per prendere qualcosa di misterioso tra la roba stesa su un filo piazzato da un pino ad un altro…

Come già detto avevamo già notato il suo fisico ed il suo bel sedere anche vedendola in costume, certo; ma in quel modo “nature”…è stato il massimo!!! Il suo culetto si mette in mostra in tutta la sua bellezza: ritto, sodo…perfetto! Due fossette che sembrano disegnate (essendosi issata in punta di piedi per prendere qualcosa da quel già iper nominato filo da bucato, alzando le braccia la maglietta le si è alzata e le si sono viste le fossette) da Manara…non un filo di cellulite… Un sedere meraviglioso!!! Davvero pare uscito da una tavola del famoso fumettista!!!! Incantevole, con quelle sue dimensioni leggermente abbondanti rispetto alle dimensioni generali del corpo, le sue proporzioni perfette e le sue curve ipnotizzanti: è proprio “a cuore” e mi suggeriscono “old style”, visto che purtroppo è spesso un proliferare di ragazze dai fianchi strettissimi e meno curve di Achille Lauro…

Restiamo quasi a bocca aperta, ammirando quella splendida visione!!! Anzi no...restiamo davvero a bocca aperta, cazzo!

Quando “culetto” rientra in tenda, lanciandoci uno sguardo di sfuggita con l’aria di “non capisco che cosa stanno guardando”, si piega leggermente…e di nuovo mette in mostra quel gioiello…


-Ma era senza mutandine!!!!!- fa, con una voce che esprime allo stesso modo stupote, vaga preoccupazione e meno vaga eccitazione la mia compagna di devasto ed io, credo con l’espressione convinta del “ora posso pure morire, e felicemente”: -Non ho mai visto, in tutta la mia vita, un culo così!!!!!!!!!!!!- -E’ vero!!!! Cazzo!! Santa Cunegonda!!!!! Ed ha fatto due figli!!!!- esclama dal divanetto posteriore il mio compagno di devasto...

-Che cazzo significa “ed ha fatto due figli”???- -Spesso e volentieri il culo si rovina o comunque si appiattisce con le gravidanze!!!!-

Metto le mani avanti e li calmo: -Ragazzi...ragazzi...tesori, per favore: non rovinate un momento così bello! Abbiamo visto un’autentica meraviglia. Porteremo questo ricordo per sempre con noi...non saremo mai più come prima: questa cosa segna un prima e un dopo...-

-Bisogna festeggiare-

-Yep-

-Ma l’avrà fatto apposta? In piena notte esci per prendere qualcosa dai panni, con quelle movenze?? Senza mutandine??? Cioè...senti dei beoti parlare e salire in macchina, vedi i fari da dentro la tenda ed esci senza mutande???-

-Proprio perché ha visto i fari della macchina da dentro la tenda ha pensato di fornirci un ricordo che ci accompagnerà per il resto delle nostre esistenze… Dio esiste, tesori miei...e io voglio quel culo...-

-Ma hai già un bel culo!-

-Sì, ma io voglio quello... No cazzo, io voglio proprio lei... Ci infiliamo in tenda da loro? Maledetti figli!!! Perchè hanno deu bambini con loro????? Si sono fatti una cuccia meravigliosa: vorrei stare lì con Libby...-

-Culetto...-

-Già...basterebbe poter stare lì con lei sdraiata a pancia sotto in modo da poter stare in piena contemplazione di quel fondoschiena...-

Non farti del male. Non facciamoci del male. Metti in moto e andiamo!-

-Ok...-


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×