scrivi

Una storia di Valentina

Questa storia è presente nel magazine Spunti di scrittura: #unastoriaunacanzone

Tu sei dentro di me

#unastoriaunacanzone

520 visualizzazioni

2 minuti

Pubblicato il 20 novembre 2018 in Storie d’amore

Tags: #amore #canzone #fine #tristezza #unastoriaunacanzone

0

" Ma se penso che l’amore è darsi tutto dal profondo in questa nostra storia sono io che vado a fondo"

Ci vorrebbe un amico - Antonello Venditti

"Vivere con te è stata una partita, il gioco è stato duro, comunque sia finita": stralci di ricordi riaffiorano dentro di me, insidiandosi lungo le crepe del cuore. Un dolce profumo pervade la mente: è il tuo, indelebile e inconfondibile tra tanti. Nessuno mai aveva mai conquistato così intensamente il mio cuore per poi farlo a brandelli. Penso e ripenso a ciò che è stato e a ciò che sarebbe stato se non avessi deciso di andar via, così senza una spiegazione logica. Hai tagliato e fatto a pezzetti tutti i momenti più belli di una storia così bella e intensa, lasciandone, a me, le briciole.

Alla radio passa una canzone che, incredibilmente, parla di me e di te: in ogni sua struggente nota c'è qualcosa di noi. La musica mi sorprende sempre, con la sua straordinaria capacità di comporre melodie che descrivono perfettamente ogni stato d'animo. Milioni di pensieri affollano la mente: se potessi, griderei a gran voce il mio dolore ma non servirebbe a cancellare questa enorme tristezza. E ora che sono sola, ci vorrebbe qualcuno a lenire tutte le tue ferite... Tu, tu sei ancora dentro di me e non vai via...

Scende la sera, e da sola, nella mia stanza buia, illuminata da una luce fioca, scrivo, su un foglio ripiegato più volte su se stesso, quel che resta di me e di te... le parole si susseguono con fatica e compongono non più frasi d'amore ma pensieri pieni di malinconia e amarezza. Cos'è l'amore se non uno straordinario sentimento che, ti pervade, ti sorprende ogni giorno di più, ti emoziona come non mai, ti fa sentire come un bambino pieno di gioia quando riceve per la prima volta un regalo che attendeva da tempo, ti dà forze ed energie vitali, ti regala momenti ed attimi di profonda felicità che nessuno può capire, non ti fa pensare ad altro, da quando ti svegli per affrontare la giornata fino a quando cerchi di dormire ma non ci riesci perché è troppo bello quello che stai vivendo. Ti lascia senza parole ogni qualvolta pensi sia accaduto a te proprio a te!
Ma quando quando meno te l'aspetti, può finire... si rompono inesorabilmente gli equilibri interiori, si passa dalla gioia al dolore, come nulla fosse. In silenzio si soffre, in un profondo e triste silenzio.

E poi tutto passa perché deve passare. E si ricomincia da se stessi, sempre e comunque.

E ne resta un dolce ricordo, con un po' d'amaro in bocca.

E poi forse ricomincia di nuovo. Un ciclo vitale.







Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×