scrivi

Una storia di MarcoPolli

Randagio da compagnia

ovvero il Gatto con gli Stivali

382 visualizzazioni

1 minuti

Pubblicato il 01 gennaio 2021 in Poesia

0

Sopra i tetti delle case, miagolando al chiaro di luna,

si diverte a fare le fusa un randagio innamorato.

Col suo balzo assai felino, tra una tegola e un camino,

silenziosamente viaggia quando in cerca è di qualcosa.

Lui non sa che cosa trova nella notte avventurosa.

Sia nei vicoli o sui tetti, questa vita gli è maestra

da imparare in tutta fretta, qual che sia la concretezza

di trovar la soluzione al pur minimo problema.

Ma per quanto sia randagio, verrà un giorno o l’occasione

di trovar sistemazione, per aver qualche attenzione

in passato mai voluta e che or sarà dovuta.

Il padrone lui sarà della casa in cui vivrà,

che il padrone suo cortese, senza aver troppe pretese,

di buon grado gli avrà dato già nell’uso e in comodato,

nel pensar che sarà bello aver cura del monello

che gli viene a far le fusa quando è l’ora di mangiare.

Dopo aver vissuto in strada che maestra fu di vita,

or che giunta è la vecchiaia e la strada è senza uscita,

ha trovato un’altra via per restare in compagnia.

Quel che resta della vita con qualcun lo passerà,

con due pasti e i croccantini, la cuccetta e due grattini,

mai più randagio lui sarà e le fusa a qualcuno lieto farà.


© - Marco Polli


Nessuno ha ancora commentato, sii tu il primo!

Ottimo! Visita la libreria per gestire i tuoi magazine

×
!
La tua sessione è scaduta! Effettua di nuovo il login e spunta Ricordati di me per rimanere sempre connesso e non perdere i tuoi progressi!
Ottimo!

Controlla la tua email per reimpostare la tua password!

×